‘Il mio partner vede solo il male in me’: possibili cause e cosa fare

Nella vita di coppia non tutto è gioia e momenti felici. A volte il nostro ragazzo / ragazza fa commenti che non ci stanno bene. Questo non significa che ci augura del male, ma significa che ci sono alcune critiche che possono ferire per molte ragioni che potrebbe avere.

È particolarmente doloroso quando sembra che la persona che dovrebbe essere al nostro fianco perché gli piacciamo guarda solo le nostre debolezze, ignorando completamente tutto il bene che dovrebbe essere ciò che lo attrae a noi.

Se sei uno di quelli che dicono “il mio partner vede solo il male in me” continua a leggere perché questo è il tuo articolo.

“Il mio partner vede solo il male in me”: caratteristiche di questo problema

Nessuno è perfetto. Ci sono molte cose che ci definiscono che potrebbero essere migliori, sia aspetti fisici che di personalità, oltre al fatto che in più di un’occasione commettiamo errori. Tutto questo è normale, così come il fatto che a volte il nostro partner ci faccia una critica, qualcosa che, lungi dall’essere preso come molto cattivo, non deve essere affatto negativo, purché comunichi in modo assertivo e in situazioni specifiche.

In qualsiasi relazione sana, entrambe le parti devono fare uno sforzo per creare un ambiente in cui si sentano a proprio agio l’una con l’altra., e che è esente da qualsiasi tipo di abuso, mancanza di rispetto e comportamenti tossici. Essere criticati da qualcuno che ami e che dovrebbe amarti genera molta insicurezza e ansia, oltre a rendere la vita di coppia estremamente difficile perché è difficile essere affettuosi con qualcuno che ti ricorda costantemente tutti i tuoi difetti.

Quando passi molto tempo con qualcuno che guarda costantemente a tutto il male del nostro essere e ignora le tante cose buone che ci caratterizzano, è normale che mettiamo in atto i seguenti tre comportamenti.

1. Evitamento

L’evitamento è la risposta più comune quando non ci piace che ci venga fatto qualcosa, poiché è in questo caso che ci criticano solo. Il problema con questo comportamento è che ci impedisce di risolvere i problemi E quindi rimangono, peggiorando nel tempo.

2. Discussioni di coppia

La frustrazione che ci fa essere oggetto di continue critiche fa nascere la rabbia, emozione che ci predispone a litigare con il nostro partner, restituendoci critiche.

3. Impotenza appresa

La persona criticata impara che qualunque cosa faccia, il risultato sarà lo stesso. È intrappolata in una situazione di impotenza appresa, vedendo che è inutile cercare di risolvere il problema e finisce per lasciarlo continuare, nonostante questo la sfinisca psicologicamente.

Critiche nella coppia

Perché il mio partner mi critica costantemente?

Ricevere una critica dal nostro partner in un momento specifico, detta in modo assertivo e rispettoso è sinonimo di una sana vita di coppia. Se dietro quella critica c’è la chiara intenzione di migliorare come persone, dovrebbe essere vista come un commento costruttivo, vantaggioso sia per la nostra relazione che per noi come individui., aiutandoci a crescere come persone. Può farci stare male perché a nessuno piace sentirsi dire che fa qualcosa di sbagliato, ma può aiutarci a imparare a migliorare.

Tuttavia, quando ci dicono solo quanto siamo cattivi e c’è una chiara intenzione di farci del male, ci troviamo in una situazione molto tossica e dannosa, danneggiando la nostra relazione e riducendo la nostra autostima. Tra i motivi che ci fanno criticare costantemente dal nostro partner abbiamo:

1. Insicurezza

Capita spesso che persone autocoscienti, lungi dal cercare di migliorare i propri difetti e risolvere i propri problemi, li proiettino sugli altri. Sentono di non poter cambiare chi sono, quindi preferiscono scoprire i difetti degli altri e dillo loro in modo che anche loro siano infelici di se stessi.

2. Mancanza di tolleranza

Se il nostro partner ci critica costantemente, potrebbe essere perché è una persona molto poco tollerante nei confronti di ciò che considera sbagliato. Ci sono persone che non accettano in nessuna circostanza frustrante o la possibilità che le cose non siano fatte bene, che provoca molta ansia.

3. Superiorità

Si sentono sopra di noi, credendo nel diritto di poter dire agli altri che non stanno facendo le cose giuste e che dovrebbero essere più simili a loro, poiché credono davvero di essere migliori della maggior parte.

4. Mancanza di assertività

Forse quello che succede davvero è che non guarda solo le nostre cose cattive, quello che succede è che quando cerca di parlarci delle nostre mancanze, lo fa con un tono o forme che sembrano essere un attacco personale.

5. Non si sente più lo stesso

Non prova più lo stesso per te o, direttamente, non ti ama più. La relazione sta perdendo forza e quelli che prima erano momenti di affetto e intimità ora sono diventati dover stare accanto a qualcuno che sostiene di meno ogni giorno, motivo per cui inizia a evidenziare le cose cattive che abbiamo. La relazione è diventata tossica.

6. Mancanza di empatia

L’empatia è una qualità fondamentale in ogni relazione sociale e, in caso contrario, ha un impatto negativo sulla vita di coppia. La mancanza di empatia implica non potersi mettere nei panni dell’altro, non saper interpretare le emozioni degli altri e non pensare ai sentimenti degli altri. Questo spesso diventa sinonimo di ferire qualcuno, anche se non se ne rendono conto.

Cosa fare se il tuo partner ti fa stare male?

Il pensiero “il mio partner vede solo il male in me” o simili come “il mio partner mi fa stare male”, “il mio partner non mi apprezza”, “il mio partner guarda solo le mie debolezze” sono validi motivi di preoccupazione, di solito non basati su cose trovate nella nostra immaginazione. Se siamo arrivati ​​a pensare tutto questo, sarà per qualcosa e, sebbene non ci debba necessariamente essere malizia nelle critiche che ci fa il nostro partner, è chiaro che non ci fanno stare bene e che è necessario intervenire in merito.

Successivamente vedremo cosa fare per cercare di affrontare questa situazione.

1. Presta attenzione

Prima di tutto dobbiamo guardare e vedere se siamo in una relazione sana, dove sono presenti amore e ammirazione, o siamo intrappolati in una relazione tossica, dove l’unica cosa che il nostro partner ci dice è la critica su quanto male facciamo questo e quello. Potremmo essere in una relazione in cui ci sono critiche, ma se puoi parlare apertamente, senza rimproveri o mancanza di rispetto, allora non dovremmo preoccuparci troppo.

2. Dì le cose chiaramente

Se il nostro partner ci fa stare male con il suo atteggiamento critico e negativo, parlandoci male ed evidenziando solo i nostri difetti, è necessario parlare. È importante dire le cose chiaramente, renderti consapevole di come ci stai facendo sentire e vedere come reagisci ad esso.

3. Vai alla terapia di coppia

Se l’altra parte è disposta a farlo, andare in terapia di coppia è una delle migliori opzioni per migliorare la situazione. Va notato che questo tipo di terapia, come suggerisce il nome, è una questione di due e che se uno dei due amanti non vuole andare, la terapia di coppia semplicemente non può essere applicata.

Tuttavia, il semplice fatto che il nostro partner sia interessato a partecipare è già positivo, perché significa che c’è un reale interesse a migliorare la situazione o, almeno, a farci sentire meglio andando in un luogo dove si intende eliminare la tossicità dalla nostra relazione.

4. Termina la relazione

Il nostro ragazzo/a o coniuge può difendersi, dicendo che ci racconta i nostri difetti perché ci ama e vuole che li risolviamo. Questo argomento sarebbe del tutto valido se non fosse per il fatto che vede solo il male, ferisce la nostra autostima e non è critico nei confronti di se stesso per primo, cercando di superare le proprie carenze. che, come noi, è chiaro che ha.

Devi accettare il fatto che non sarai sempre fortunato e che il nostro rapporto potrebbe non migliorare, continue critiche negative e attacchi alla nostra persona. Come individui, dobbiamo dare la priorità al nostro benessere mentale e se continuare in una relazione è un grave danno per lui, e non c’è interesse al cambiamento da parte dell’altra persona, è giunto il momento di porre fine alla relazione.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento