Come staccarsi da qualcuno che ami ancora

Ci sono momenti nella vita in cui diventiamo rapidamente agganciati o ci innamoriamo di una persona con la quale, oggettivamente, sappiamo che è meglio non essere. Una parte molto forte di noi vuole disperatamente stare con lei, ma la nostra parte più razionale ci avverte costantemente che è meglio non continuare.

Questo può accadere per molte ragioni: può essere che ci siano cose dell’altra persona che non ci piacciono che sono importanti per noi, perché l’altro non si innamora di noi, perché l’altra persona può avere un altro partner, o perché hanno saltato le alleanze in un modo che non vogliamo perdonare.

È allora che arriva il momento in cui la testa prevale e Abbiamo deciso di porre fine a quell’inconveniente che non ci permette di avanzare. Ma chi si è trovato in questa situazione sa che non è così facile come sembra e che il dolore sofferto quando ci si separa da qualcuno che ancora amiamo è difficile da affrontare.

Come staccare la spina da una persona che ami ancora?

All’inizio di una relazione, quando ci piace qualcuno e entriamo nella fase iniziale dell’infatuazione, sono molti i neurotrasmettitori e gli ormoni che ci invadono. Dopamina, adrenalina, ossitocina e norepinefrina sono alcuni dei protagonisti. Sono ciò che ti fa passare ore e ore senza dormire a parlare con quella persona, senza mangiare e senza pensare ad altro. Sono quelli che ci danno quello stato di “alto” e quelli che il tuo corpo perde quando ti separi da quella persona.

È a causa loro che è così difficile per te rimanere saldo nella tua decisione consapevole di separarti. Quelli che fanno sentire quell’amore come un’aggiunta.

Nonostante il dolore e la grande difficoltà di lasciare qualcuno che ami, devi sapere che, seguendo alcune linee guida, quell’aggiunta e quel dolore dureranno meno tempo. E a poco a poco e solo senza rendersene conto, si attenuerà. Vediamo alcuni suggerimenti su cosa fare in questi casi.

1. Scrivi i motivi per cui ti sei separato da questa persona

Questo compito è essenziale. Quando sei calmo, scrivi le tue valide ragioni per non stare con quella persona. Quell’elenco è importante che hai a portata di mano nei momenti di debolezza, che senza dubbio lo sarà.

Non ingrandirli né minimizzarli, sii realistico e scrivili per tenerli a mente quando arriva la nostalgia, arriverà sicuramente.

2. Evita di vedere e toccare quella persona

L’ossitocina è l’ormone che causa l’affetto. Quando vedi e tocchi la persona che ami, i livelli di questo ormone aumentano nel sangue. E questo fa sì che il legame e l’attaccamento a quella persona rimangano, e addirittura aumentino. Ci sono studi che affermano che guardare negli occhi e abbracciarsi sono i comportamenti che rilasciano più ossitocina. Quindi evita di vederlo e toccarlo.

Per ottenere ciò, è anche importante smettere di seguirlo sulle reti per evitare foto e video. So che questo passaggio è molto difficile ma è il passo più importante per iniziare ad andare avanti. Se non puoi farlo tutto in una volta, fallo a poco a poco, ma fallo il prima possibile.

3. Evita di fare gli stessi piani e le stesse routine che hai fatto con quella persona

In amore, la dopamina ha molta presenza, è l’ormone che partecipa ai circuiti di dipendenza. Quando riceviamo e diamo amore, la dopamina è la causa di quello stato di eccitazione e di euforia..

Quando smettiamo di farlo, la diminuzione di questo ormone fa sì che il nostro corpo e la nostra mente lo desiderino e lo cerchino di nuovo, specialmente in quei luoghi e momenti in cui lo abbiamo ricevuto. Ecco perché è importante evitare quei posti dove tutto è uguale ma manca solo la persona. Cambia le abitudini.

4. Ricorrere a strategie e impostare trappole per i momenti più vulnerabili

Anticipa nei momenti peggiori e pensa a strategie che puoi mettere in atto in tempi di più “down” dove vedi che c’è il rischio di ricaduta e contatto. Ad esempio, cancella il tuo numero, spegni il cellulare o lascialo a casa, esci, incontra gli amici quando ti senti solo …

5. Controllo pensando costantemente all’altro

Questo è molto difficile, lo so. Ma devi essere consapevole che puoi gestire i tuoi pensieri. I pensieri verranno ancora e ancora, ma sta a te lasciarti trasportare da loro, lasciandoti paralizzato oppure sii attento quando arrivano e sposta la tua attenzione su qualcos’altro. All’inizio sembrerà di non poterlo fare, ma a poco a poco avrai sempre più spazi liberi dai pensieri su quella persona e ti sentirai meglio.

6. Attenzione all’autoinganno

Il cervello e il nostro corpo useranno migliaia di trucchi e strategie per farti cadere e ottenere tutto ciò che ti piace e di cui hai bisogno (adrenalina, ossitocina, ecc.), quindi sii molto attento all’autoinganno come: “Per averlo visto una volta che non succede niente” “Lo incontrerò solo un’altra volta e sarà l’ultima”. Stai attento con loro, sii attento e torna alla tua lista dal punto 1 quando vedi che ti invadono.

Concludendo

Saranno giorni eterni e giorni molto duri, non ti divertirai. Ma a poco a poco ci saranno sempre più spazi di tranquillità.

Un giorno in più è un progresso molto importante e fondamentale affinché tu possa liberarti dall’aggiunta e da questo gancio che non vuoi per te stesso. So che non è facile perché so di cosa parlo, ma sai che il tempo allevierà gradualmente quel dolore. Non allungarlo, non te lo meriti. Se hai bisogno di aiuto per ottenerlo, chiedi a uno psicologo. Puoi.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento