Come ripristinare le relazioni interrotte?

In quanto animali sociali che siamo, le relazioni personali sono uno degli elementi più importanti nella vita delle persone. Non si tratta solo di reti di alleanze che offrono supporto e aiuto nei momenti chiave; Inoltre, ci aiutano a conoscere noi stessi e, naturalmente, ci offrono la possibilità di amare e connetterci emotivamente con persone importanti per noi, una delle esperienze più arricchenti.

Tuttavia, sarebbe un errore presumere che le relazioni affettive saranno sempre presenti indipendentemente da ciò che accade o da ciò che facciamo; a volte si deteriorano al punto da rompersi praticamente, ma la buona notizia è che molte volte questa ha una soluzione: la terapia familiare e di coppia ne sono un esempio.

5 chiavi psicologiche per riparare le relazioni interrotte

Questi sono i principali pilastri su cui deve essere costruita qualsiasi strategia per ripristinare un rapporto affettivo rotto o danneggiato.

1. Devi sapere quando aumentare il dialogo per riconnetterti

Cercare di parlare con l’altra persona e chiarire le cose il prima possibile non è sempre positivo; A questo proposito, va tenuto presente che l’altra persona non è un robot e deve tener conto del suo stato emotivo e del modo in cui influenza la sua disponibilità a comunicare.

È importante porre attenzione il momento della riconciliazione richiede il coinvolgimento di entrambi e non ci si può aspettare che l’altra persona sia ricettiva a questa possibilità in qualsiasi momento. Ad esempio, subito dopo una grande discussione può essere affrettato se l’altra persona è ancora più arrabbiata di noi. Scegli un momento e un luogo in cui hai privacy, tempo che può essere speso a parlare e una disposizione emotiva che renda possibile parlare davvero, e non semplicemente scambiare parole.

Certo, dobbiamo anche tener conto dei pensieri-trappola che ci portano a non osare parlare di quello che è successo e ci esponiamo a critiche e opzioni di cambiamento nel modo di relazionarci con l’altro. Le ragioni che portano a lasciare quella conversazione per dopo devono essere ragionevoli e conformi a criteri oggettivi.

2. La riconciliazione non può essere raggiunta senza prima ascoltare

Molte persone disposte a riconciliarsi con qualcuno importante per loro sono desiderose di esprimere le loro opinioni e punti di vista su ciò che è accaduto e ha danneggiato la relazione. Tuttavia, questo approccio è spesso controproducente perché è troppo unilaterale e cosa cercare è un incontro reciproco.

Pertanto, quando si muovono i primi passi per “truccare” e / o iniziare una nuova fase della relazione, bisogna farlo mostrando fin dal primo minuto un genuino interesse ad ascoltare l’altra persona e accettando che forse è più importante piuttosto che parlarle, a seconda di ciò che esprime e del contesto in cui si svolge la conversazione.

3. Le insicurezze personali vengono trattate separatamente

Molte volte, i legami emotivi che uniscono due persone sono danneggiati dalle paure e dalle insicurezze di uno di loro, che proietta le proprie paure sull’altro quando interpreta ciò che fanno. Questo si vede chiaramente nel caso della gelosia eccessiva: la convinzione di non essere abbastanza preziosi da meritare la lealtà della persona che si ama porta a supporre che ci siano buone possibilità che ci lasci e vada con qualcun altro, e questo genera ansia e un atteggiamento di ipervigilanza che si deteriora il rapporto.

In questi casi, è importante sapere che devi iniziare imparando a valorizzarti, e questo è qualcosa in cui l’altra persona può partecipare, ma non possiamo dipendere dal loro coinvolgimento, perché questa dipendenza alimenterebbe quelle insicurezze. L’autostima è qualcosa su cui non puoi dipendere da un’altra persona.

4. La critica è necessaria

Criticare non è male in sé, purché sia ​​una critica costruttiva. In effetti, sono necessari per correggere i modelli di comportamento che hanno danneggiato quella relazione che vogliamo riparare. Certo, è importante stabilire un patto che coinvolga entrambi: la critica è diretta verso i comportamenti, non verso l’identità o l’essenza della persona. In questo modo, la conversazione si focalizza sulla necessità di modificare un determinato comportamento.

5. I danni devono essere riparati

A volte non sarà possibile riparare completamente il danno causato, ma è sempre importante cercare di avvicinarsi a quell’idea di punizione. L’importanza di questo ha a che fare con il mostrare impegno affinché le cose nella relazione cambino qualitativamente e quel legame affettivo passi a uno stadio migliore del precedente. I fatti contano più delle parole quando si chiede scusa e si corregge il comportamento.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento